agevolazioni fiscali Archivi - Idea Ceramica
+39 (06) 86 80 2540
Bonus edilizia anche per il 2018

Bonus Edilizia 2018

Oggi riportiamo un interessante articolo tratto da Italia Oggi e firmato da Fabrizio G. Poggiani, dedicato alla decisione da parte del governo di prorogare i bonus edilizia anche per il 2018.

Bonus edilizia anche per il 2018

Prorogata la detrazione Irpef del 50% sulle spese sostenute fino al 31 dicembre 2018, per gli interventi destinati al recupero edilizio, nella misura massima di 96 mila euro per unità abitativa.

Confermato, inoltre, il bonus mobili per gli acquisti effettuati nel corso del 2018, ancorati alla ristrutturazione.

Queste le conferme rilevabili dalla legge di bilancio 2018 per quanto riguarda i più importanti bonus per la casa, che si aggiungono al sisma bonus e alla confermata (e modificata in parte) agevolazione per la riqualificazione energetica.

Come detto, innanzitutto, è stata prorogata a tutto il 2018, l’agevolazione inerente al recupero edilizio, di cui all’art. 16-bis, dpr 917/1986 (Tuir), nella misura massima di spesa pari a 96 mila euro per unità abitativa; la detta detrazione era stata ulteriormente prorogata fino al 31 dicembre di quest’anno (commi 2 e 3, art. 1, legge di Bilancio 2017).

Numerose le tipologie di spesa rilevanti ai fini della fruizione del bonus (tra le altre, le spese relative agli interventi di manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo e ristrutturazione edilizia sulle singole unità immobiliari di qualsiasi categoria catastale, anche rurali e sulle loro pertinenze, in relazione alle parti comuni di edifici residenziali, le spese relative agli interventi di manutenzione ordinaria, le spese per la realizzazione di parcheggi pertinenziali, box e posti auto, nonché le spese per le opere finalizzate alla cablatura degli edifici, al contenimento dell’inquinamento acustico, alla sicurezza statica e antisismica e quant’altro).

La detrazione in commento spetta nella misura del 50%, a decorrere dalle spese documentate, sostenute dal 26/06/2012 e fino al 31/12/2018, per un ammontare massimo di 96 mila euro per unità immobiliare.

Qualora gli interventi sulla singola unità immobiliare consistano nella prosecuzione di lavori iniziati negli anni precedenti, ai fini della determinazione del limite massimo delle spese detraibili, occorre tenere conto delle spese sostenute negli anni pregressi, e rientrano nel conteggio del limite massimo di 96 mila euro anche le spese «per un diverso e autonomo intervento relativo allo stesso immobile».

Se gli interventi sono eseguiti, sia sulla singola unità immobiliare sia sulle parti comuni condominiali, il limite massimo di spesa indicato deve essere riferito autonomamente alle due tipologie di interventi, in quanto oggetto di un’autonoma previsione agevolativa (ris. 206/E/2007).

Si ricorda che, per fruire della detta agevolazione, è necessario tenere a disposizione dell’amministrazione finanziaria la relativa documentazione, come le abilitazioni amministrative o la dichiarazione sostitutiva, la domanda di accatastamento per gli immobili non censiti, le ricevute di versamento tributi locali (Ici e Imu), la delibera assembleare per le spese sostenute sulle parti in comune, l’eventuale comunicazione inizio lavori, le fatture o ricevute fiscali e la copia dei bonifici eseguiti.

Su tale ultimo adempimento si ricorda la necessità di eseguire bonifici tracciabili, anche se l’Agenzia delle entrate (circ. 43/E/2016) ha precisato che la detrazione Irpef, per gli interventi di recupero edilizio e quella Irpef/Ires per la riqualificazione energetica, spetta anche se il bonifico è incompleto e non sia stato possibile operare la ritenuta.

È stato esteso anche il bonus per l’acquisto di mobili, di cui al comma 2, dell’art. 16 del dl 63/2013, che prevede la detrazione del 50% delle spese sostenute per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici e che interessa soltanto i soggetti che possono beneficiare della detrazione Irpef del 50% per interventi di recupero del patrimonio edilizio sulle spese sostenute dal 26/06/2012 al 31/01/2017 (circ. 29/E/2013); dette spese, sostenute per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici, sono computate, ai fini della fruizione della detrazione di imposta, indipendentemente dall’importo delle spese sostenute per i lavori di ristrutturazione.

Infine, utile l’interpretazione autentica sui beni significativi, la quale evidenzia che, per l’applicazione dell’aliquota Iva ridotta del 10% alle prestazioni di servizio, nell’ambito delle prestazioni di manutenzione, è necessario considerare, come valore totale, quello dei beni significativi, comprensivo dell’ammontare delle parti, ancorché staccate, non autonome

Read More
Idea Ceramica: suggerimenti per gli acquisti in negozio

Idea Ceramica - Suggerimenti acquisti in negozio

Qual è il mese dell’anno migliore per dare un volto nuovo al proprio appartamento? Senza alcun dubbio, settembre. Parola dello staff di Idea Ceramica, negozio di ceramiche a Roma in zona Talenti, che ha scelto oggi di offrire ai propri clienti alcuni brevi ma efficaci suggerimenti per gli acquisti in negozio a chi, di ritorno dalle vacanze estive, desidera rinnovare interamente o in parte la propria casa.

Idea Ceramica: quali sono i suggerimenti per gli acquisti in negozio?

Di seguito, i suggerimenti per gli acquisti in negozio da parte dello staff di Idea Ceramica.

Confrontare i prezzi

In ogni situazione, a maggior ragione quando si ristruttura un appartamento, si cerca di contenere le spese. Per questo è importante non fermarsi alla ‘prima vetrina che s’incontra’ ma richiedere diversi preventivi e scegliere quello che offre un servizio di qualità a un ottimo prezzo. Non sempre scegliere il preventivo più basso è conveniente: il materiale potrebbe essere di scarsa qualità o potrebbe non essere compreso nell’offerta il prezzo di trasporto e/o consegna (che andrebbe nel caso pagato a parte).

Controllare le promozioni attive

Prima di imbattersi in estenuanti ricerche o confronti di preventivi innumerevoli, è opportuno controllare sempre i siti web o le pagine Facebook dei negozi a cui si intende andare a fare visita. Spesso, infatti, in rete vengono inserite delle offerte e promo molto vantaggiose, accessibili solo a coloro che sono attivi sulla rete. Capita che le promozioni non vengano proposte a chi si reca direttamente in negozio.

Chiedere informazioni e consigli agli ‘esperti’

Non si deve avere timore di chiedere consigli e informazioni al personale dei negozi selezionati: prezzi, qualità e caratteristiche dei materiali, abbinamento colori. Delle volte una semplice domanda a ‘un esperto’ può rivelarsi un ottimo suggerimento e un gran risparmio di tempo per chi non è addetto ai lavori.

Read More
Bonus Ristrutturazione ed Energia: confermati per il 2016

bonus ristrutturazioni ed energia - Idea Ceramica

Una buona notizia per tutti coloro che hanno intenzione di ristrutturare casa nel corso del 2016. Sono stati, infatti, confermati ufficialmente nella nuova legge di Stabilità in vista del nuovo anno ormai alle porte i bonus ristrutturazione ed energia. Anche nel 2016, quindi, chiunque effettuerà lavori di ristrutturazione edilizia e riqualificazione energetica potrà usufruire delle detrazioni Irpef del 50% e del 65%.

I Bonus Ristrutturazione sono ammessi per un tetto massimo di 96mila euro ammortizzati in dieci rate annuali. I lavori riguardano gli interventi di manutenzione ordinaria e manutenzione straordinaria effettuati sulle parti comuni di edificio residenziale e su singole unità immobiliari residenziali, gli interventi di restauro e di risanamento conservativo, gli interventi di ristrutturazione edilizia, gli interventi per la ricostruzione o il ripristino dell’immobile danneggiato a seguito di eventi calamitosi e gli interventi per il restauro, il risanamento conservativo e la ristrutturazione edilizia per interi fabbricati, eseguiti da imprese di costruzione o ristrutturazione immobiliare e da cooperative edilizie, che provvedano entro 18 mesi dal termine dei lavori alla successiva alienazione o assegnazione dell’immobile.

I Bonus Energia, invece, sono relativi ai lavori di riduzione del fabbisogno energetico per il riscaldamento, al miglioramento termico dell’edificio, all'installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda e alla sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale.

Per usufruire dei Bonus Ristrutturazione ed Energia è necessario aver eseguito il pagamento attraverso "bonifico parlante", ovvero il bonifico bancario o postale indicando: causale del versamento, codice fiscale del beneficiario della detrazione, numero di partita Iva o codice fiscale del soggetto a favore del quale il bonifico è effettuato.

Read More
Tende da sole: agevolazioni fiscali del 65% per il 2015

agevolazioni fiscali tende da sole - Idea Ceramica

Buone notizie per chi ha intenzione di montare a casa sua delle tende da sole in vista della bella stagione. Sono previste, infatti, delle agevolazioni fiscali pari al 65% per chiunque preveda l'installazione di tende da sole nella propria abitazione entro il 31 dicembre 2015.

Gli sgravi fiscali per il montaggio delle tende da sole consistono in una detrazione dall’IRPEF o dall’IRES, in quanto si tratta di interventi che vanno ad incrementare il livello di efficienza energetica di edifici esistenti e già dotati di impianti di riscaldamento e attività tese a salvaguardare l'ambiente circostante.

Delle agevolazioni fiscali per l'installazione delle tende da sole possono usufruire tutti i contribuenti, le persone fisiche, i professionisti, le società e le imprese che sostengono l'onere delle spese per lo svolgimento degli interventi.

L'Agenzia delle Entrate ha voluto opportunamente precisare a chiunque volesse beneficiare di tali facilitazioni fiscali che il riferimento per i privati è la data dell’effettivo pagamento che deve essere effettuato con bonifico bancario o postale dove vanno indicati: la causale del versamento, il codice fiscale del beneficiario della detrazione, il numero di partita Iva o il codice fiscale del soggetto a favore del quale è effettuato il bonifico, mentre il riferimento per le imprese è la data di ultimazione della prestazione, indipendentemente dalla data dei pagamenti per i quali non è obbligatorio il bonifico.

La trasmissione dei documenti deve avvenire in via telematica all’Enea, la società che detiene l’incarico di effettuare le verifiche e i controlli dei requisiti richiesti dalle norme agevolative nell’ordine del conseguimento del risparmio energetico, tramite web.

Dal 1° gennaio al 31 dicembre 2015, inoltre, si può usufruire della detrazione, oltre che per l'installazione, anche "per l’acquisto e la posa in opera di schermature solari, nel limite di 60.000 €". Inoltre, è stato eliminato l’obbligo di indicare separatamente il costo della manodopera nella fattura emessa dall’impresa che esegue i lavori.

A questo punto, perché non approfittarne?

Read More
Offerte da non perdere