Come mantenere la rubinetteria nel tempo

Come mantenere la rubinetteria nel tempo

Il tuo bagno non rispecchia la bellezza della tua casa? Inizia a prenderti cura dei sanitari e della rubinetteria grazie a questi consigli forniti dallo staff di Idea Ceramica, azienda specializzata nella vendita di piastrelle, pavimenti, rivestimenti, parquet, sanitari, arredo bagno e tantissimi altri prodotti, presente con uno showroom a Roma dal 1985.

Molto spesso i prodotti utilizzati per pulire i sanitari, infatti, non sono adeguati alla rubinetteria che – spesso e volentieri – viene attaccata dal calcare naturalmente presente nell’acqua rendendola così facile bersaglio per la sporcizia. I residui di sporco, di calcare e le impronte lasciate dalle mani possono arrivare a danneggiare lo smalto dei rubinetti.

Quando si decide la rubinetteria per il bagno, come prima cosa, occorre scegliere tra rubinetti vintage o moderni – scelta che deve tenere in considerazione anche la capacità e la manualità richiesta nel pulirli. Quindi, come mantenere la rubinetteria nel tempo?

Come mantenere la rubinetteria nel tempo

Lo staff di professionisti di IdeaCeramica vi darà di seguito alcuni semplici e pratici consigli da seguire.

Pulizia con acqua: il primo passo

“Come prima indicazione per mantenere la rubinetteria pulita e come nuova – rivela un consulente dello staff di IdeaCeramica – occorre pulirla giornalmente dopo l’utilizzo. Specialmente dopo essersi lavati la mattina è d’obbligo fare una prima pulizia veloce con acqua”.

Pulendo con acqua utilizzando un panno in cotone morbido (anche ricavato da un vecchio lenzuolo) si rimuoverà facilmente già la maggior parte dello sporco. In questa prima fase della pulizia giornaliera non occorre utilizzare schiume abrasive, spazzole o panni duri.

Rimuovere lo sporco: acido citrico diluito

Quando si vuole attaccare il calcare o lo sporco incrostato nelle fessure della rubinetteria è bene utilizzare un detergente a base di acido citrico che deve essere rigorosamente usato diluito e su un panno, mai assoluto sui rubinetti cromati.

Con questi prodotti è facile riuscire a capire come mantenere la rubinetteria nel tempo, senza danneggiarla.

Manutenzione del rompigetto: via il calcare

Per mantenere pulito e libero dal calcare il rompigetto è bene smontarlo – con cadenza mensile in caso di acqua con presenza media di calcare, nel caso sia più concentrata anche più spesso – e immergerlo in una soluzione di detergente anticalcare e acqua calda così da far sciogliere i residui di calcare.

Risciacquo e asciugatura: un passo da non dimenticare mai

Infine, per rimuovere i residui di detergente e lo sporco, ripassare la rubinetteria con un panno in cotone bagnato con acqua e, infine, asciugare con un panno in microfibra asciutto.

Conclusione

Con questa manutenzione e una pulizia periodica sarà facile riportare la rubinetteria alla condizione originale. Esistono poi anche dei detergenti naturali per mantenere la rubinetteria nel tempo, se siete interessati a scoprire quali scriveteci tra i commenti e cercheremo di rispondevi in maniera esauriente in un prossimo articolo.

Condividi l'articolo:

Leave a Reply

Your email address will not be published.

*