Cucine: lavello in marmo o in acciaio?

Cucine: lavello in marmo o in acciaio?

“Scegliere il miglior materiale per il top della cucina e il lavello è il modo migliore per avere una cucina non solo bella ma anche resistente e che abbiamo una lunga vita”; esordisce così un referente di Idea Ceramica, negozio di piastrelle e arredamento cucine e bagno di Roma.

“Proprio per questo – continua il referente del negozio – noi di Idea Ceramica siamo a disposizione per consigliarvi la scelta migliore da fare, in special modo quando si tratta di decidere il materiale per il lavello della cucina che è uno dei componenti maggiormente sottoposto a stress visto il continuo uso di acqua (anche calcarea), di sbalzi termici, di sfregamento con pentole e padelle e pulizie incisive con detergenti non sempre eco-bio o spugne adatte”.

Le due tipologie di materiali più gettonate dai clienti di Idea Ceramica per il lavello della cucina sono:

  • il marmo
  • l’acciaio.

Cucine: lavello in marmo o in acciaio?

In questo articolo, dunque vedremo tutti i pro e i contro di questi materiali, così che possiate farvi un’idea migliore sul vostro acquisto.

Lavello in acciaio, perché sceglierlo

Se volete una cucina che sia bella come quella di un ristorante, allora l’acciaio è la scelta perfetta per voi.

Per averlo sempre brillante non bisogna usare detergenti che contengono cloro e suoi composti.

Prodotti come candeggina, acido cloridrico (muriatico), prodotti per sgorgare gli scarichi dei lavelli, prodotti per la pulizia ed il trattamento del cotto e del marmo e decalcificanti, infatti, possono attaccare la composizione dell’acciaio macchiandolo od ossidandolo irreparabilmente.

Al tempo stesso è bene evitare di pulire il lavello con pagliette metalliche.

Lavello in marmo: ecco perché sceglierlo

Il lavello in marmo, così come il top della cucina, è esteticamente meraviglioso in quanto è una superficie con una storia.

Partendo dal presupposto che i marmi sono delle pietre e che per tali possono assorbire e macchiarsi, quello che conta come in tutte le cose, al di là di effettuare un trattamento/finitura lucidante e anti-assorbimento, è averne cura e stare attenti nell’utilizzo prodotti che potrebbero rovinarlo. Il trucco, in caso di macchie “pericolose” come quelle di sostanze acide o vino rosso, è arrivare subito a pulire così da scongiurare problemi di assorbimento.

È anche possibile dirottare la scelta sul granito: a differenza del marmo, che è un carbonato, il granito è una pietra molto più stabile e resistente ai prodotti chimici che solitamente vengono impiegati nella pulizia delle superfici domestiche.

Inoltre esistono anche altri materiali da poter prendere in considerazione come l’Okite che, come tutti i lavelli in materiale composito è la possibilità di avere un ventaglio di opzioni in termini di colori e finiture. Questo composto – come le altre resine – è un materiale molto resistente e duro, liscio al tatto, igienico e facile da pulire.

Conclusione

Al momento della visita presso lo showroom di Idea Ceramica potrete farvi un’idea di tutte le soluzioni applicabili alla vostra nuova cucina per renderla trendy, funzionale e bellissima; non esitate a contattare lo staff e a richiedere il vostro preventivo personalizzato.

Condividi l'articolo:

Leave a Reply

Your email address will not be published.

*