Come togliere il calcare dai rubinetti

Come togliere il calcare dai rubinetti

Come togliere il calcare dai rubinetti è una problematica che interessa tutti, prima o poi. Già, perché questa è una piaga che purtroppo colpisce tutti gli appartamenti, soprattutto in città come Roma, dove il calcare si manifesta con sedimenti bianchi nell’acqua e si genera a contatto con tubi ed elettrodomestici.

Qual è allora il rimedio migliore per pulire la rubinetteria e rimuovere agevolmente il calcare?

Come togliere il calcare dai rubinetti

Come detto, il calcare presente nell’acqua si genera a contatto con tubi ed elettrodomestici e si manifesta con depositi di colore bianco che vanno ad intaccare la lucentezza della rubinetteria, in particolare quella cromata.

Sul mercato esistono diversi prodotti che consentono di rimuovere il calcare, ma sono spesso molto ‘aggressivi’ e rischiano di compromettere comunque l’integrità del dispositivo manovrato a mano, che serve a regolare l’afflusso di acqua in bagno o in cucina.

La soluzione migliore allora è quella di fare ricorso ai vecchi metodi della nonna, basati su miscugli naturali ma particolarmente efficaci per come togliere il calcare dai rubinetti. Ecco quali sono.

I metodi della nonna per pulire la rubinetteria

Tra i metodi naturali per pulire la rubinetteria e rimuovere le incrostazioni di calcare spicca prima di tutto quello che ha alla base l’utilizzo dell’aceto bianco.

Aceto bianco per pulire i rubinetti

L’aceto bianco è uno straordinario alleato per l’igiene del bagno e della cucina: disincrosta, elimina il calcare e fa risplendere la rubinetteria, come fosse appena montata. Basta distribuire l’aceto con uno spruzzino oppure con un panno sulla superficie interessata, lasciarlo agire per qualche minuto e poi ripassare sulla stessa con un canovaccio asciutto.

Ma l’aceto bianco non è l’unico: un altro alleato naturale per la pulizia dei rubinetti è il limone.

Limone per pulire i rubinetti

Come l’aceto bianco, anche il limone è un anticalcare naturale. Residui e incrostazioni di calcare si rimuovono sfregando energicamente mezzo limone e risciacquando poi con un panno imbevuto in poca acqua.

Condividi l'articolo:

Leave a Reply

Your email address will not be published.

*