Come pulire la rubinetteria

Come pulire la rubinetteria

Per pulire la rubinetteria, fare in modo che essa si mantenga nel tempo inalterata e che parte dell’arredobagno non vada in pasto al calcare dopo poco tempo dall’acquisto, è importante avere delle accortezze.

A tal proposito, lo staff di Idea Ceramica, negozio di Roma con un vasto assortimento di prodotti di rubinetteria, ha stilato una breve guida su come pulire la rubinetteria e aiutare i propri Clienti, oltre che a fare la scelta giusta, anche con dei consigli successivi alla vendita.

Come pulire la rubinetteria

Una pulizia quotidiana e il ricorso a prodotti non aggressivi sono senza dubbio le migliori cose da fare per garantire alla rubinetteria (ma il consiglio vale anche per il box doccia, gli infissi, il grès porcellanato) brillantezza e splendore nel tempo.

Esistono però anche metodi più “naturali” a cui fare ricorso che non tutti conoscono, ma nel momento dell’utilizzo si dimostrano davvero efficaci.

Usare il limone. Il limone è anche uno dei prodotti migliori per eliminare le incrostazioni e pulire i rubinetti, in particolare quelli cromati. Basterà strofinare il limone sulla superficie interessata, risciacquare con acqua tiepida e asciugare con un panno pulito.

Miscelare aceto bianco e limone. Basteranno 2 cucchiai di succo di limone e 2 cucchiai di aceto bianco per ottenere un risultato eccellente per i vostri rubinetti. Immergete un panno dentro il composto e passatelo, senza risciacquo, sulla rubinetteria.

Usare la farina. Se i vostri rubinetti sono in bronzo o in ottone, rendetegli lo splendore iniziale strofinandoli con della farina mescolata ad un po’ d’aceto. In questo modo rimuoverete macchie e accumuli di calcare, lasciando i rubinetti puliti più a lungo.

Affidarsi al bicarbonato. Sconfiggete il calcare con un composto di acqua e bicarbonato. Passatelo sopra i vostri rubinetti con un panno pulito e risciacquate con acqua tiepida. In pochi minuti la vostra rubinetteria sarà come nuova.
Condividi l'articolo: